Pixel, PPI e DPI

Pixel, PPI e DPI

RISPOSTA SINTETICA

Il numero di pixel non definiscono una risoluzione.

I PPI fanno riferimento a strumenti come i monitor.

I DPI fanno riferimento a strumenti come stampanti o scanner.

PPI e DPI non hanno nessun legame.

Introduzione polemica…

አስፈላጊ የሆነው ነገር በሐሰተኛ የሐሰት ሰዎች ዓለም ውስጥ።
ሙዝ ወይም አልማዝ ፣ በኩሬው ወይም በኪሎው ምንም ነገር አይለወጥም።
እጠራጠራለሁ ፣ ፖም እመርጣለሁ ፣ እናም እስቴክ ነው።

“In un mondo di falsari quel che conta è vendere.
Banane o diamanti, al pezzo o al chilo, nulla cambia.
Io nel dubbio, preferisco una mela, e che sia Stark.”

 

Cos’è il pixel?

Il pixel è l’elemento base utilizzato nei sistemi di visualizzazione digitale, come ad esempio un monitor, e restituisce un determinato valore di luminosità (e colore).
Un’immagine è anch’essa formata da pixel, e contengono delle informazioni sull’immagine.

I pixel di un monitor e quelli di un’immagine (file digitale) sono due cose diverse.

 

Aumentando il numero dei pixel aumenta la risoluzione?

ASSOLUTAMENTE NO!

La risoluzione, per esistere, deve essere una misura.
Il numero di pixel invece sono un numero adimensionale, quindi non possono descrivere una risoluzione.

Questa ambiguità nasce dal fatto che si è presa l’abitudine di usare il termine risoluzione per indicare le dimensioni di un’immagine (file digitale) indicandone ad esempio le m righe ed n colonne (come ad esempio 6000px orizzontali per 4000px verticali).

Per parlare concretamente di risuluzione dobbiamo iniziare a chiederci quanti di questi pixel possiamo avere per unità di misura lineare.

Ed ecco giunti al termine PPI.

 

Cosa sono i PPI di un dispositivo?

La sigla PPI indica letteralmente Pixel per inch (pixel per pollice) ed è una misura di densità.
Questa misura ci dice quanti pixel per pollice lineare sono presenti in un monitor.

In definitiva il valore dei PPI ci fornisce la risoluzione del dispositivo in uso.

NOTA: Ricorderemo sicuramente quando un noto brand usò il termine Retina Display, e descriveva semplicemente che il dispositivo aveva un valore di PPI assai elevato, a tal punto che il nostro occhio non sarebbe in grado di “distinguere” il singolo pixel.
Questo significa che la dimensione fisica dei pixel, in strumenti dall’alto valore di PPI, sono veramente molto ma molto piccoli.

 

Come calcolare i PPI?

Per calcolare i PPI di un disposizitvo sarà sufficiente avere a disposizione i seguenti dati:

numero di pixel sul lato lungo (o larghezza)
numero di pixel sul lato corto (o altezza)
lunghezza della diagonale (espressa in pollici)

e poi successivamente applicare la seguente formula:

A titolo esemplificativo andremo ad ipotizzare i seguenti tre casi.

CASO 1 – la medesima quantità di pixel distribuiti su superfici di dimensioni differenti:

● monitor A : 24″ con 2560px per 1440px (122.38 PPI)
● monitor B : 27″ con 2560px per 1440px (108.79 PPI)

Il monitor A risulterà avere una risoluzione maggiore perchè lo stesso numero di pixel sono distribuiti su una superficie più piccola rispetto a quella del monitor B.

CASO 2 – differente quantità di pixel ma distribuiti sulla medesima superficie:

● monitor A : 24″ con 1920px per 1080px (91.79 PPI)
● monitor B : 24″ con 2560px per 1440px (122.38 PPI)

Il monitor B risulterà avere una risoluzione maggiore perchè a parità di superficie ha una quantità maggiore di pixel rispetto a quella del monitor A.

CASO 3 – sia differente quantità di pixel che dimensioni della superficie:

● monitor A : 19″ con 1920px per 1080px (115.94 PPI)
● monitor B : 27″ con 2560px per 1440px (108.79 PPI)

Nei casi in cui a variare sono sia la quantità dei pixel che la superficie, non è così semplice intuire quale dei due monitor abbia la risoluzione maggiore.
In questo caso il monitor A benchè abbia una quantità inferiore di pixel, ma distribuiti su una superficie più piccola, risulterà avere una risoluzione maggiore rispetto a quella del monitor B.

 

Cosa sono i PPI in un file?

I PPI in un file sono semplicemente un numero.

Valutando però assieme sia pixel che PPI, possiamo avere una stima di quanto sarà grande la riproduzione di un’immagine su un dispositivo avente quella determinata risoluzione espressa in PPI.

Per meglio capire questa affermazione basterà aprire un’immagine in Photoshop ed andare nel menù Immagine > Dimensione immagine.

Adesso disabilitate la spunta su Ricampiona, e provate a cambiare il valore della Risoluzione.

Noterete che le dimensioni in pixel rimarranno esattamente le stesse, ma al variare della risoluzione avrete una dimensione di riproduzione (Larghezza x Altezza) che varieranno in modo inversamente proporzionale al valore dei PPI.

Quindi ricordiamoci che i PPI non influenzeranno la qualità dell’immagine visto che il numero dei pixel rimane invariato.

 

Le immagini per il web devono essere a 72 PPI?

Se le immagini vengono visualizzate a monitor il valore di PPI è assolutamente inutile.

Se prendessimo ad esempio un’immagine dal lato lungo 6000px, che essa sia salvata con un valore di PPI pari ad 150 o 300, rimarrà sempre un’immagine da 6000px e quindi visualizzata esattamente allo stesso modo (come verificato poco sopra).

Il valore di PPI è da intendere quindi come un target che lascia inalterato il numero di pixel e quindi la sua rappresentazione su sistemi dotati di pixel come i monitor, e serve solo per prevedere quali saranno le dimensioni in uscita quando si utilizzano unità lineari come i centimetri, metri, o l’unità desiderata.

 

Cosa sono i DPI di un dispositivo?

La sigla DPI indica letteralmente Dots per inch (punti per pollice) ed è anch’essa una misura di densità.
Questa misura ci dice quanti punti per pollice lineare una periferica sarà capace di rappresentare a prescindere che si tratti di una stampante o uno scanner.

Nel caso di una stampante, indica i punti di inchiostro per pollice lineare che saranno stampati sul supporto.

Stampanti professionali come la Epson Stylus Pro 9900 possono raggiungere i 2880 DPI.

In questo caso i DPI possono influire sulla qualità dell’immagine in modo direttamente proporzionale al suo valore.

 

Cosa sono i DPI in un file?

Avete presente come l’illustre ragionier Fantozzi si espresse in merito alla “corazzata Potemkin”?

Esattamente… i DPI in un file descrivono il nulla più assoluto.

 

 

Ciao, mi fa molto piacere che tu abbia letto tutto l’articolo.
Se sei interessato a ricevere gli aggiornamenti sulle mie attività iscriviti alla newsletter.
Ah… tranquillo! Anche io detesto lo spam! Riceverai al massimo 4 email in un anno!

 

 

CONOSCI IL TM PANEL?

Clicca qui!
 

Visite complessive :

109039
Total views : 254767
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Video Tutorial

Clicca qui per vedere il video tutorial! Clicca qui per vedere il video tutorial! Clicca qui per vedere il video tutorial! Clicca qui per vedere il video tutorial!

Tonality Masks Panel

Clicca qui per vedere il video tutorial!